Il castello deve restare pubblico

severa_castello

Sono favorevole alla presenza delle botteghe artigianali, delle vetrine dei prodotti tipici del territorio e del museo all’interno del castello medioevale. [Read more…]

Asilo Nido e una Scuola per ogni rione

giardino-dei-sorrisi

Uno dei temi che mi sta maggiormente a cuore è quello della creazione di un asilo nido ed in generale della scuola.

Creare un asilo nido significa offrire servizi e tutela dell’infanzia e della maternità.E’ un atto di grande civiltà e di attenzione alla politica delle famiglie e soprattutto delle donne lavoratrici e alle pari opportunità tra i sessi. Esistono proposte in perequazione di realizzare un asilo nido a costo zero creando nuove strutture o riusando edifici degradati di proprietà della pubblica amministrazione.

Da quando, diversi anni fa, fu deciso dal Provveditorato di chiudere l’istituto scolastico che ospitava la scuola materna e l’elementare per mancanza di numero legale di alunni, il mio impegno più costante è stato quello di far di tutto per riaprire la scuola. Ho ritenuto scandaloso costringere tanti bambini residenti a Santa Severa di prendere ogni mattina lo scuolabus per andare a Santa Marinella e pensare che le nonne dicono che gli studenti hanno diritto ad avere una scuola materna cittadina ogni 300 metri, la scuola elementare ogni 500 e la Media ogni 1000. Qui invece di scuole non ce ne sono per nulla. Purtroppo a condizionarci è il numero minimo di alunni previsti per tenere aperta la scuola e cioè 15 per le materne, 75 per le elementari e 150 per le Medie. Io comunque sono certo che con un minimo di razionalità potrebbe essere possibile riaprire la scuola. Questo se si deciderà di mettere insieme il rione Quartaccia con Santa Severa. Ogni giovane ha diritto allo studio e le autorità devono mettere questi ragazzi nelle condizioni di poter frequentare con i minimi disagi la scuola. Purtroppo a Santa Severa il complesso scolastico è stato chiuso.

 

Zero Burocrazia

burocrazia

Uno dei miei impegni principali è di far sì che la nostra amministrazione impieghi efficacemente tutti gli strumenti (come lo Sportello Unico delle Attività Produttive e lo Sportello Unico per l’Edilizia) che la legge mette a nostra disposizione per realizzare un’autentica semplificazione delle procedure burocratiche che complicano inutilmente la vita dei cittadini e delle imprese.

Attuando in modo puntuale e rigoroso rispetto le tempistiche e le procedure semplificate previste dallo Sportello Unico delle Attività Produttive e dallo Sportello Unico per l’Edilizia potremo eliminare disagi per i cittadini tagliando costi e tempi per lo startup delle imprese e iniziative di qualsiasi tipologia. Il cittadino o l’impresa avrà un unico interlocutore per l’avvio e lo svolgimento delle pratiche in materia commerciale, agricola, produttiva, materia urbanistico-paesaggistica, ecc. e non dovrà più affrontare inutili trafile presso enti e ministeri distribuiti su tutto il territorio nazionale.

Valorizzazione turistica della costa

Spiaggia_di_Santa_Marinella

Come possiamo avere crisi dell’occupazione in un territorio che di dispone di 22 Km di litorale a 30 minuti da Roma? Il turismo rappresenta per  Santa Marinella e Santa Severa un motore economico di cruciale importanza  che passa necessariamente attraverso la riqualificazione del territorio e la valorizzazione della costa.

Il mare a tutti, i chioschi agli operatori che offrono servizi…

A partire dalla prossima legislatura la nostra città potrà finalmente contare sul suo Piano di Utilizzo degli Arenili, un fondamentale strumento di programmazione e pianificazione delle aree demaniali marittime di Santa Marinella. Attraverso l’applicazione del PUA potremo regolamentare la fruizione del nostro litorale, offrendo l’accoglienza e tutti i servizi necessari ai cittadini, i turisti ed i villeggianti e, allo stesso tempo, salvaguardando l’ambiente costiero secondo le normative di legge. La tutela e la necessaria manutenzione della costa che ne deriveranno daranno impulso a nuove forme di occupazione.

Una delle associazioni maggiormente interessata a questa materia è il Tucit (Turismo Culturale, Imprenditorialità e Territorio), con cui è stato possibile realizzare: corsi di formazione per la preparazione agli esami di accompagnatore turistico e direttore tecnico di Agenzia di Viaggi, rivolto a persone che vogliono lavorare nel settore turistico; workshop sulla cultura dell’accoglienza, rivolti agli operatori del settore turistico; riapertura, con gli allievi del corso del PIT Punto d’informazione turistico della Provincia di Roma, Censimento delle attività turistiche del Comune.

IMPEGNI PER IL FUTURO

Lo sviluppo dell’offerta turistica di Santa Marinella e Santa Severa è in cima alla mia agenda politica. Se venissi eletto mi impegnerò a promuovere i seguenti punti:

Garantire costantemente il decoro urbano e la pulizia della città, perché sia sempre accogliente per cittadini, visitatori e turisti.

Realizzare una cartellonistica stradale che valorizzi gli attrattori e le attività turistiche di Santa Marinella;

Supportare gli operatori del settore nel migliorare e mettere a sistema la propria offerta turistica, attraverso, ad esempio, la ricerca di strumenti finanziari per la riqualificazione delle strutture, l’organizzazione di corsi per la qualificazione del personale (corsi di lingua, sulla cultura dell’accoglienza); valorizzare e rendere fruibili gli attrattori storico-culturali esistenti e svilupparne di nuovi ad esempio prendere accordi con i Principi Odescalchi affinché il Castello sia fruibile da cittadini e turisti, perseguire nell’attività di valorizzazione della presenza marconiana a Santa Marinella, sostenere le attività sportive e ricreative che possono arricchire e qualificare l’offerta turistica locale. Promuovere adeguatamente l’offerta turistica riqualificata, nella prospettiva di una desta- gionalizzazione del turismo, attraverso: il funzionamento a tempo pieno e con personale qualificato del Punto di informazione Turistica, che dovrà svolgere anche attività di promozione turistica c di sviluppo di nuova progettualità nel settore.

Controllo diretto dei cittadini sulla pulizia delle strade e del quartiere

ecologia

Tra i temi più importanti che ritengo di dover trattare qualora dovessi essere eletto c’è quello della pulizia dei rioni cittadini. Io propongo una soluzione rivoluzionaria al problema centrata sul controllo diretto dei cittadini e sulla figura dell’Operatore Ecologico di Quartiere.

Da una parte gli abitanti di ogni strada potranno nominare un rappresentante incaricato di vigilare sullo stato di pulizia e manutenzione con il potere di riferire direttamente ai responsabili dei servizi al fine di segnalare eventuali carenze e proporre l’applicazione di eventuali sanzioni. Dall’altra parte l’Operatore Ecologico di Quartiere avrebbe il compito di tenere pulito il rione e di multare coloro che spo­rcano o che gettano i rifiuti in terra ma anche che danneggiano i parchi, maltrattano gli animali o compiono gesti di vandalismo. Una specie di controllore comunale con il compito, però, di mantenere il decoro del quartiere.

Una figura importante che con­sentirebbe di risolvere un problema che tuttora non è stato risolto. Effettivamente è così perché se si va in giro per le strade dei quartieri cittadini è facile notare che l’intervento dell’az­ienda che cura la raccolta dei rifiuti non è dei migliori. Avere invece un operatore fisso in ogni rione che ha il compito di tenere puliti i giardini e le aiuole, raccogliere le car­tacce da terra, mantenere il decoro dei parchi pub­blici, verificare l’esistenza di discariche abusive e controllare che non ven­gano maltrattati gli ani­mali, mi sembra una ini­ziativa importante.